Sidebar Menu

Acquisto di motociclette incidentate, la prassi da seguire
Acquisto di motociclette incidentate, la prassi da seguire

Avete avuto un incidente o un guasto alla moto che non permette più l’utilizzo e l’assicurazione vi ha detto che il valore è talmente irrisorio che ciò che vi daranno non consentirà di ripararla?

Ci sono delle alternative: le principali a cui si trovano davanti i motociclisti è rivolgersi a chi si occupa di vendita di motociclette distrutte acquistandole e poi rivendendole a pezzi per i ricambi oppure effettuare la rottamazione.

La rottamazione viene promossa anche dalle concessionarie che sanno di poter dare un piccolo sconto al momento dell’acquisto di un nuovo modello ma siete sicuri sia la scelta più vantaggiosa? Rivolgendosi a chi si occupa di acquisto di motociclette incidentate, molto spesso si possono ottenere guadagni molto più alti e vantaggiosi. Questo perché le aziende che si occupano di recuperare motociclette incidentate le riutilizzano, selezionando i pezzi più utili e richiesti e rivendendoli poi a chi si occupa di riparazioni come meccanici o centri specializzati nell’aggiustare le moto. Chiaramente il guadagno dipende da diversi fattori come l’anno di produzione della moto, la richiesta dei pezzi di ricambio e la loro rarità.

Qual è la differenza tra vendere e rottamare una moto incidentata?

È possibile vendere una moto incidentata se può essere riparata e guidata di nuovo. Se è troppo danneggiata, deve essere rottamata o comunque è necessario rivolgersi ad aziende specializzate, non passando da privati ma seguendo un iter burocratico apposito. Quando si vende una moto, è importante conoscere il valore della moto prima che venisse danneggiata, nonché il valore basato sulle condizioni in cui si trova ora. Se il danno è limitato a una o più parti specifiche, si può ottenere di più per una moto incidentata. Se la maggior parte della moto è gravemente danneggiata, potreste ottenere meno rispetto a una moto nelle stesse condizioni che non ha mai subito un incidente.

Come preparare una moto incidentata per la vendita?

Prima di cercare di vendere una moto incidentata, bisogna decidere se è riparabile e se ne vale la pena. Se il danno è limitato a una o più parti specifiche, potreste essere in grado di venderla. Se la moto è gravemente danneggiata, è meglio rottamarla, soprattutto se è stata cancellata o se è stata classificata come rubata. Prima di tentare di vendere una moto incidentata, è necessario assicurarsi che sia nelle migliori condizioni possibili. Potete ripulirla e riparare eventuali danni evidenti. Prima di tentare di venderla, accertatevi che abbia un titolo di proprietà in regola e che sia idonea alla circolazione. Assicuratevi di avere tutti i documenti associati alla moto in modo da poterli fornire ai potenziali acquirenti.

Acquisto di motociclette incidentate: il servizio di ritiromotoincidentate.com

Il servizio di ritiromotoincidentate.com può essere ciò che cercate se avete bisogno di chi è specializzato in acquisto di motociclette incidentate. L’azienda, con attività su tutto il territorio italiano e con copertura delle maggiori città, offre la possibilità di recuperare soldi immediatamente: dopo aver analizzato la vostra motocicletta ed elaborato un preventivo, in caso accettiate loro ritireranno la moto e verrà accreditato immediatamente il prezzo pattuito. In questo modo voi potrete avere liquidità immediata da utilizzare per acquistare una nuova moto, e loro potranno utilizzare i pezzi per aggiustare altre motociclette che hanno necessità di pezzi di ricambio.

Perché evitare il fai da te? Quando la moto è incidentata, quindi non utilizzabile, e necessita di una riparazione non vantaggiosa nessun privato vorrà comprarla e comunque seguire l’iter di vendita non è così semplice ed intuitivo. Affidarsi a professionisti del settore vi mette in una posizione tutelante, evitando problematiche in futuro e facendo in modo che tutta la parte burocratica sia gestita interamente da personale qualificato, alleggerendovi molto questi aspetti.

Back To Top