Sidebar Menu

Manutenzione dell’auto: 3 consigli da seguire

Avere una vettura in perfette condizioni è sempre un’ottima cosa. In particolare se non si vogliono avere problemi durante i lunghi viaggi di lavoro o durante le vacanze. Ecco 5 utili consigli per chi vuole tenere in perfette condizioni la propria vettura.

Per chi vuole avere la certezza di guida una vettura in ottime condizioni, è bene tenere a mente di non sottovalutare una regolare manutenzione della propria automobile.

Anche se non si è un grande esperto in meccanica, i più comuni controlli e operazioni di manutenzione sono alla portata di tutti. In poco tempo, e con una spese inferiore a quella richiesta da un meccanico, si può essere sicuri di riuscire ad avere una macchina funzionale e sempre pronta all’uso.

Per chi ha la necessità di acquistare pezzi di ricambio per la propria vettura, grazie ad internet si possono trovare una vasta selezione di negozi online. Grazie a questi cataloghi online di pezzi di ricambio, è possibile trovare tutti i pezzi di ricambio di cui si necessita in pochi minuti.

Filtro dell’aria

Il filtro dell’aria è un componente della propria vettura che deve essere sostituito almeno ogni 10.000 Km o ogni 12 mesi; a seconda di quale dei due casi si verifica prima. Sostituirlo non è difficile, una volta che si è ordinato il pezzo giusto per la propria vettura.

Come sostituire un filtro dell’aria:

  1. La prima cosa da fare, è identificare l’esatta posizione del filtro nella propria vettura. Di norma, è alloggiato in una scatola rettangolare di colore nero con una clip metallica su un lato. È sempre bene controllare il manuale d’uso della propria vettura se non lo vedere a una prima occhiata.
  2. Una volta identificato, è bene aprire l’involucro e controllare come si inserisce il filtro dell’aria al suo interno. Per chi ha un cellulare sotto mano, può essere una buona idea fare delle foto del filtro dell’aria mentre è nella sua posizione iniziale.
  3. Quando si è verificato di essere in grado di sostituire il filtro dell’aria, si può procedere a togliere il vecchio filtro dell’aria e inserire quello nuovo.
  4. Al termine della sostituzione è bene ricordarsi di chiudere correttamente la clip che mantiene chiusa la scatola dove è presente il filtro dell’aria.

Tergicristalli

I tergicristalli sono una delle parti dell’automobile che maggiormente si usurano, in particolare per chi parcheggia la propria vettura all’aperto. Quando si nota che i tergicristalli non puliscono più correttamente la superficie del parabrezza, è giunto il momento di acquistarne dei nuovi.

È opportuno ricordare, che dopo circa sei mesi è sempre bene sostituire i tergicristalli della propria vettura.

La sostituzione delle spazzole dei tergicristalli è differente da auto a auto, quindi può essere una buona idea dare una letta al manuale di istruzioni che viene dato in dotazione a ogni vettura.

Fondamentalmente, il processo è molto simile al cambio dell’aria preso in considerazione poco sopra.

  1. Sollevare le spazzole, come se si stesse lavando il parabrezza a mano, e quindi rimuovere le vecchie spazzole.
  2. Verificare come le vecchie spazzole si collegano ai bracci metallici dei tergicristalli.
  3. Nella maggior parte dei modelli è presente una linguetta sul lato inferiore del tergicristallo. Spingere la linguetta per rimuovere la vecchia lama.
  4. Scartate le nuove lame e agganciatele facendo attenzione a non piegare i bracci del tergicristallo. Prima di completare l’operazione di sostituzione delle lame del tergicristallo, è sempre bene verificare che le nuove lame non graffiano il parabrezza durante il loro movimento.

Per chi si trova in difficoltà al momento del montaggio delle lame, sulla scatola di imballaggio delle nuove spazzole è sempre presente una serie di istruzioni che indicano come eseguire la sostituzione.

Sostituire l’olio e il filtro del motore

L’olio presente nel sistema del motore dovrebbe essere sostituito tra i 3.000 e i 5.000 Km. A seconda della tipologia di vettura e olio utilizzato, il chilometraggio consigliato può variare. In ogni caso, è bene ricordarsi che l’olio è un fattore cruciale per la buona salute del motore e dei suoi ingranaggi. Proprio per questo, è bene non dimenticarsi di sostituirlo in caso di necessità.

Prima di iniziare, è bene tenere a mente alcune precauzioni:

  • Non cambiate assolutamente l’olio quando il motore è caldo. Prima di iniziare l’operazione di rimozione dell’olio, è bene parcheggiare la propria vettura e aspettare che si raffreddi.
  • È opportuno alzare la propria macchina con un martinetto, così da facilitare le operazioni di accesso alla parte sottostante dell’auto. Prima di andare sotto la vettura, è sempre bene controllare due volte che il martinetto sia in totale sicurezza.

Ora che si sono verificate queste due norme importanti per la sicurezza, è giunto il momento di sporcarsi le mani e iniziare le operazioni per sostituire l’olio del motore.

  1. Mettetevi sotto la vostra auto e identificate dove è collocata la coppa dell’olio del veicolo.
  2. Disponete sotto il tappo di scarico un contenitore in grado di accogliere senza grandi problemi tutto l’olio presente nella coppa. Quindi aprire il tappo e aspettate che tutto l’olio sia sceso.
  3. Nel frattempo, può essere una buona idea verificare lo stato di usura del tappo dell’olio. Se è troppo usurato, può essere opportuno sostituirlo con uno nuovo.
  4. Prima di procedere alle operazioni di rabbocco, si può rimuovere il filtro dell’olio presente nel motore. Il filtro può contenere dell’olio, quindi è bene stare attenti per evitare di sporcarsi.
  5. Lubrificate con dell’olio nuovo la guarnizione in gomma del nuovo filtro.
  6. Riempite per circa due terzi di nuovo olio il filtro.
  7. Procedete all’avvitatura del filtro senza stringere troppo. Se lo si tira troppo, potrebbe verificarsi una sfaldatura della guarnizione.
  8. Mediante un imbuto, riempite il motore con il nuovo olio. Assicuratevi di inserire la quantità di olio presente nelle note del proprio manuale di utilizzo della vettura.
  9. Prima di completare l’operazione di aggiunta dell’olio, aspettate qualche minuto ed eseguite un secondo controllo del livello. Una bolla di aria potrebbe “falsare” il livello di olio presente nel motore.
  10. Raccogliete il vecchio olio in una tanica e procedete con le operazioni di riciclo più idonee. Questo residuo, non deve essere buttato nelle normale immondizie.

Seguendo questi tre semplici consigli, si potrà seguire alcune delle operazioni necessarie per mantenere in perfette condizioni la propria vettura. Inoltre, svolgendo da soli queste operazioni, si potrà ottenere un ottimo risparmio di soldi.

Per chi si trova in difficoltà con questa tipologia di operazioni, può sempre chiedere un consiglio o un aiuto a qualche amico più esperto.

Back To Top